Chiesa prepositurale di S. Siro

                                                     LA CHIESA

Il più antico documento in cui si fa riferimento all’esistenza di una Chiesa a Soresina risale al 1175. La posa della prima pietra di quella attuale dedicata a S. Siro Vescovo risale al 1582 ad opera dell’allora Vescovo di Cremona Nicolò Sfondrati futuro Papa Gregorio XVI. La consacrazione avvenne nel 1174 ad opera di S.E. Cesare Speciano suo successore.L’attuale facciata, la terza, è stata realizzata nel 1941 in occasione del giubileo sacerdotale del  parroco Mons. Pietro Sinelli, dall’Architetto soresinese Giulio Carotti.

LA TORRE CAMPANARIA

É alta 51 metri, esclusa la statua del Redentore sbalzata in rame dorato posta alla sommità, opera del milanese S.Zucchi. Progettata da L. Voghera è stata edificata dal 1836 al 1839. Il completamento murario e ornato portati a termine nel 1851 sotto la guida dell’ Architetto C. Visioli. Le 8 statue di santi che la adorano sono opera del milanese L. Cocchi. La cella campanaria è corredata da un concerto di 12 campane (uno dei più famosi della zona e orgoglio dei soresinesi) realizzato dalla ditta Crespi di Crema (Cr).

Categorie: LE CHIESE

Translate »